Archivi tag: rapina

Polizza negozio: con le slot paghi di più

Share


Gestire un’attività commerciale è una scelta di vita impegnativa.

Ti deve piacere il contatto con il pubblico, devi appassionarti alla merce venduta (per esempio telefonia, abbigliamento, etc. – tutto il non food) o a quella somministrata (nel caso di bar, pizzerie d’asporto, etc. – il food).

Dalla Vetrina al Magazzino. Come Allestire il Negozio, Scegliere gli Addetti alla Vendita e Conquistare i Clienti. (Ebook Italiano – Anteprima Gratis)

Si è però esposti ad alcuni eventi non desiderati. Problematiche derivanti dalla gestione dello spazio commerciale come ad esempio un infortunio di un cliente nel locale, oppure l’esposizione a tentativi di furti e rapine per portar via l’incasso della giornata.

Tutti eventi per i quali è possibile trasferire, tutto o in parte il rischio in capo alle Compagnie di Assicurazioni, sottoscrivendo specifiche polizze sull’esercizio commerciale.

Quando il gioco si fa duro: Dalle slot machine alle lotterie di Stato: come difendersi in un Paese travolto dall’azzardomania

Da alcuni anni però, per effetto della capillare diffusione su tutto il territorio nazionale delle apparecchiature per il gioco d’azzardo elettronico (nel nostro Paese sono presenti circa 400mila slot machine, metà di tutte quelle presenti negli USA), alcune attività commerciali (bar, tabaccherie, etc.) sono diventate dei veri e propri “bancomat” a cielo aperto, dentro cui i malintenzionati si recano per effettuare “prelievi” (i dati più recenti riportano che, in media, una slot rende all’esercente che la istalla nel proprio locale, circa 1500 euro al mese).

SALVADANAIO A FORMA DI SLOT MACHINE FUNZIONANTE A PILE – PER RITIRARE IL DENARO DEVI VINCERE DAVVERO IL JACKPOT – IDEA REGALO

Sulle condizioni generali di una qualsiasi polizza multirischi commercianti si legge che “….la copertura assicurativa furto e rapina garantisce i beni (arredamento, attrezzature, macchinari, merci e Valori) contenuti nei locali ove si svolge l’attività”, come pure “…i guasti di Fissi e infissi e i guasti ai locali causati dagli autori del Furto o della Rapina, anche se solo tentati, compresi gli atti vandalici”.

Ma bisogna prestare attenzione alle maggiorazioni sui premi da pagare e soprattutto agli scoperti previsti in polizza, poiché alcune Compagnie di Assicurazioni, hanno già inserito nelle condizioni, delle penalizzazioni in presenza di apparecchiature per il gioco d’azzardo elettronico (slot machine, etc.).

Pertanto è necessario valutare bene la convenienza all’istallazione delle anzidette apparecchiature, e verificare se la propria Compagnia rientra tra quelle che già applicano le suddette penalità.

Alessandro Gaetani

Share

In banca: mani in alto, questa è una rapina!

Share

Vignetta Rapina in Banca
Vignetta Rapina in Banca

I malviventi entrano in Banca per una rapina a mano armata. Giunti alla cassa, gli impiegati con le mani in alto, in coro rispondono: E’ alquanto imbarazzante, ma……..Non abbiamo soldi!

Questa la scena rappresentata in una vignetta, letta neanche a farlo apposta, su un periodico mentre in banca aspettavo il mio turno per l’ufficio titoli.

Sarà forse anche per questo che ABI dichiara che le rapine sono diminuite?

Qui puoi acquistare La Grande Scommessa

Vignetta a parte, sono stati recentemente presentati a Milano, al Convegno Banche e Sicurezza 2016 (la due giorni di lavoro sui temi chiave della sicurezza in banca), i principali risultati dell’indagine condotta da Ossif, il Centro di ricerca ABI in materia di sicurezza.

Vediamoli:

Calano del 8,7% le rapine in banca in un anno, passando dalle 587 del 2014 alle 536 del 2015;

dal 2007 ad oggi, il calo delle rapine in banca è stato pari all’82% (da 2.972 a 536);

In calo anche il cosiddetto indice di rischio – cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli – che è passato da 1,9 del 2014 a 1,8 del 2015.

A parte il dato medio generale, e la Valle d’Aosta che nel 2015 risulta “illibata”, da nord a sud dunque le rapine sono:

Diminuite in alcune regioni:
Abruzzo (-59,1%, da 22 a 9), Campania (- 15,8%,
da 38 a 32), Emilia Romagna (-2,9%, da 70 a 68), Friuli Venezia Giulia (-60%, da 5 a 2), Liguria (-53,8%, da 26 a 12), Lombardia (-20,2%, da 94 a 75), Molise (-100%, da 3 a 0), Piemonte (-34,8%, da 46 a 30), Sicilia (-10,3%, da 87 a 78);

Invariate in altre:
Sardegna (solo 3) e Trentino Alto Adige (solo 2).

Aumentate in queste:
Basilicata (con 6 rapine da 3), Calabria (con 8 rapine
da 5), Lazio (con 70 rapine da 59), Marche (con 17 rapine da 15), Puglia (con 31 rapine da 29), Toscana (con 56 rapine da 49), Umbria (con 9 rapine da 6) e Veneto (con 28 rapine da 25).

Alessandro Gaetani

Share