Archivi tag: risparmiatori

L’educazione finanziaria di Assogestioni

Share



l’educazione finanziaria di Assogestioni
Assogestioni è l’associazione italiana dei gestori del risparmio e rappresenta la maggior parte delle società di gestione del risparmio italiane e straniere operanti nel nostro Paese, oltre a banche e imprese di assicurazione attive nella gestione individuale e collettiva del risparmio.

Anche Assogestioni promuove la diffusione di una maggiore educazione finanziaria in Italia, nella convinzione che la conoscenza del mercato e la consapevolezza riguardo le caratteristiche degli strumenti finanziari possano aiutare i risparmiatori a compiere scelte adeguate alle proprie esigenze di risparmio e investimento.

Sul sito troviamo l’area Financial Education contenente diverse pagine che, dichiara l’associazione, hanno l’obiettivo di offrire una risposta chiara e attendibile alle necessità informative dei risparmiatori italiani, riguardo ai temi dell’investimento di medio/lungo periodo e della previdenza complementare.

Infine è possibile navigare tra le diverse sezioni nelle quali, tra gli altri strumenti, si trovano:

· il Vademecum scaricabile gratuitamente intitolato “Il risparmio, dove lo metto ora?”;

· il Teacher’s corner dedicato a genitori e insegnanti che desiderano dare una risposta chiara e semplice alle domande che i bambini e i ragazzi fanno riguardo al denaro e al risparmio;

· Il Glossario che raccoglie i principali termini economici e finanziari, utilizzati comunemente nei documenti (sia promozionali che legali) dei prodotti finanziari e sulle pagine economiche dei quotidiani.

Alessandro Gaetani

Share

Crisi bancarie: dal 2016 sarà di moda ballare il “Bail-in”

Share
Banca Rotta
Banca Rotta

La rivolta del correntista. Come difendersi dalle banche e non farsi fregare

In molti paesi europei le crisi bancarie degli ultimi anni sono state gestite con ingenti interventi pubblici, utili certamente a evitare danni all’intero sistema finanziario e all’economia reale, ma deleteri per i contribuenti/cittadini e per il debito pubblico degli stessi Paesi. La direttiva BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive) ha introdotto in tutti i Paesi europei regole armonizzate per prevenire e gestire le crisi delle banche e delle imprese d’investimento. Dunque a partire dal 2016 l’intervento pubblico sarà previsto solo in circostanze straordinarie per evitare che la crisi di una sola banca abbia gravi ripercussioni sul sistema finanziario nel suo complesso e, in ogni caso, dopo l’applicazione del BAIL-IN (letteralmente salvataggio interno). Esso è uno strumento che consente alle autorità di risoluzione di disporre al ricorrere delle condizioni di risoluzione la riduzione del valore delle azioni e di alcuni crediti o la loro conversione in azioni per assorbire le perdite e ricapitalizzare la banca in misura sufficiente a ripristinare un’adeguata capitalizzazione e a mantenere la fiducia del mercato.

Il Bail-in, si applica seguendo una gerarchia la cui logica prevede che, chi investe in strumenti finanziari più rischiosi sostenga prima degli altri le eventuali perdite o la conversione in azioni.

L’ordine di priorità è il seguente:

  • Gli Azionisti;

  • I detentori di altri titoli di capitale;

  • Gli altri creditori subordinati;

  • I creditori chirografari;

  • Le persone fisiche e le piccole imprese titolari di depositi per l’importo eccedente i 100mila euro;

  • Il fondo di garanzia dei depositi, che contribuisce al posto dei contribuenti protetti.

Infatti i depositi fino a 100mila euro, cioè quelli protetti dal Fondo di Garanzia dei depositi, sono espressamente esclusi dal Bail-in.

Nel nostro Paese la completa applicazione del Bail-in è prevista solo a partire dal 2016; tuttavia la svalutazione o la conversione delle azioni e dei crediti subordinati, fra cui gli strumenti di capitale, sarà applicabile già da quest’anno, quando essa sia necessaria per evitare un dissesto.

Pronti a scendere in pista?

Alessandro Gaetani

Share

IVASS: il portale dell’educazione assicurativa

Share

Portale Educazione finanziariaCon questo articolo ti presento il portale dell’educazione assicurativa dell’Ivass (http://www.educazioneassicurativa.it) utile per saperne di più sulle Assicurazioni, per effettuare scelte consapevoli e migliorare il proprio benessere e la propria sicurezza.

E’ suddiviso per sezioni che ti elenco di seguito, unitamente al dettaglio estratto dal portale:

Manuale di educazione finanziaria

La sezione Guida multimediale

In questa sezione è consultabile la Guida multimediale che offre, anche ai meno esperti, la possibilità di capire, orientarsi e decidere in campo assicurativo. E’ uno strumento di divulgazione delle conoscenze di base del settore che, attraverso l’unione di testo, immagini e voce, consente di veicolare in modo semplice e chiaro la cultura assicurativa in “pillole informative”.
Lo strumento è stato pensato per raggiungere la più ampia platea di consumatori.

La sezione Guide pratiche

In questa sezione sono consultabili e scaricabili, anche in versione e-book, quattro guide pratiche. Dedicate ai prodotti assicurativi più diffusi, consentono di conoscerne le principali condizioni contrattuali e di approfondirne gli aspetti più delicati. Le Guide contengono anche, a tutela del consumatore, i riferimenti normativi e specifiche avvertenze sulle clausole alle quali prestare particolare attenzione.

La sezione Quaderni didattici

In questa sezione è scaricabile, in versione pdf, il Quaderno didattico sulla RC Auto. L’iniziativa dell’IVASS si inserisce nel più ampio “Progetto sperimentale di formazione in materia economica e finanziaria per le scuole” realizzato da Banca d’Italia d’intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione. Obiettivo del Progetto è l’offerta in ambito scolastico di strumenti informativi di base, destinati alle giovani generazioni, per assumere in futuro scelte consapevoli in campo economico e finanziario. Il Quaderno sulla RC Auto – il primo della serie “I Quaderni didattici dell’IVASS” – è destinato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

La sezione Glossario

Questa sezione contiene le parole di più frequente utilizzo in ambito assicurativo. Sono possibili tre modalità di consultazione:
1) Scorrere la pagina per visualizzare tutte le parole, riportate nel Glossario in
ordine alfabetico, con le relative definizioni;
2) Fare click sulla lettera dell’alfabeto per visualizzare
tutte le parole che hanno per iniziale la lettera selezionata con le relative definizioni;
3) Inserire la parola cercata nel campo di ricerca, cliccare sull’icona “lente” oppure premere il tasto “invio”.

Per ottenere tutti i termini del glossario fare click sull’icona della lente senza inserire nulla nel campo di ricerca.

La sezione Normativa

In questa sezione è possibile scaricare, in formato pdf o in file zip,
la normativa per l’approfondimento di temi assicurativi.

Educazione finanziaria a scuola. Per una cittadinanza consapevole

Infine trovi la sezione dei link ad alcuni siti internet, utili per compiere approfondimenti o raccogliere ulteriori informazioni sulla materia assicurativa o su argomenti ad essa collegati e la sezione dei contatti che riporta l’indirizzo mail educazioneassicurativa@ivass.it a cui è possibile segnalare problemi tecnici e/o fornire suggerimenti concernenti il progetto di Educazione Assicurativa.

Alessandro Gaetani

Ti segnalo di seguito libri e E-book utili ad approfondire sull’argomento:

Share

Carta che alimenta Carta*

Share

Riporto alcune utili informazioni estratte dalla recente puntata di Presa Diretta “Banca Rotta” (*da cui è tratta la citazione che titola l’articolo), la trasmissione di inchiesta condotta da Riccardo Jacona sull’emittente nazionale Rai Tre.

Di seguito il link per rivedere la puntata: http://www.presadiretta.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-53382a74-8cb1-47f5-b10a-086ccf134187.html.

Riportando come fonte la Banca d’Italia, si è detto che nel nostro Paese vi sono tredici banche commissariate.

Sede Bankitalia
Sede Bankitalia

Il fenomeno si estende dal Nord al Sud e per tutte le motivazioni sono tre:

  • Gravi anomalie della Governance
  • Irregolarità della Gestione
  • Investimenti/Operazioni finanziarie sbagliate.

Nella puntata in questione è stato fatto il nome di un Istituto bancario che ha visto i propri dirigenti e operatori rifilare ai correntisti/risparmiatori prodotti confezionati ad hoc, in cui vi erano “annegate” le azioni della stessa banca, spacciandoli per prodotti a rendimento sicuro e a capitale garantito.

Banca Rotta
Banca Rotta

Un direttore di filiale sentito al telefono dal giornalista, ha dichiarato che loro stessi non sono stati in grado di riconoscere/comprendere i prodotti propinati ai clienti.

Molti dei risparmiatori coinvolti hanno avuto perdite ingenti per il proprio bilancio familiare e sono stati costretti a rivolgersi ai legali delle Associazioni di Consumatori.

Tutto ciò a distanza di nove anni dall’entrata in vigore della legge sul Risparmio (262/2005), cosa che denota come non sia una questione di esistenza o meno di leggi specifiche ma di comportamenti scorretti che fanno calare sempre più la fiducia.

Inoltre è stato detto che l’intero sistema bancario (Le banche operanti in Italia) ha “in pancia” trecento miliardi di euro di crediti inesigibili (denaro prestato a imprese e famiglie, incastrato e difficilmente recuperabile).

Questo forse giustifica, almeno una parte, del cosiddetto credit crunch (vale a dire la diminuzione del credito erogato).

Infine citando come fonte la Consob, si è evidenziato che la maggior parte delle obbligazioni bancarie, che ricordiamo, non sono tutelate dal Fondo di tutela dei depositi bancari in caso di default della Banca, è in mano alle famiglie.

Alessandro Gaetani

Di seguito ti segnalo le letture utili ad approfondire i temi trattati nell’articolo:

Share